Noi

Nessuno di noi è tanto in gamba quanto noi tutti messi insieme

fondatrici

Partner Fondatrici

AlteraLex_Avv-Germana-Del-Grande
AlteraLex_Avv-Germana-Del-Grande

Avv. Germana Del Grande

    AlteraLex_EMacconi
    AlteraLex_EMacconi

    Avv. Emanuela Macconi

      AlteraLex_Avv-Beatrice-Menis-DallaChiesa
      AlteraLex_Avv-Beatrice-Menis-DallaChiesa

      Avv. Beatrice Menis dalla Chiesa

        fondatrici
        partner

        Partner

        AlteraLex_Avv_Silvia_Brizzi
        AlteraLex_Avv_Silvia_Brizzi

        Avv. Silvia Brizzi

          AlteraLex_Avv-Flaminia_Dalla_Chiesa
          AlteraLex_Avv-Flaminia_Dalla_Chiesa

          Avv. Flaminia dalla Chiesa

            AlteraLex_Avv-Valentina_Valentini
            AlteraLex_Avv-Valentina_Valentini

            Avv. Valentina Valentini

              partner
              associati collaboratori

              Associati

              • Avv. Emiliano Celli
              • Avv. Andrea Malagoli

              Collaboratori

              • Dott. Riccardo dalla Chiesa
              • Dott.ssa Paola Naitana
              • Eleonora Capasso
              • Giulio dalla Chiesa
              associati collaboratori
              codice etico

              Il Codice Etico

              PRINCIPI ETICI E VALORI CHE ISPIRANO LA CULTURA E LA PROFESSIONALITÀ

              codice etico

              ART. 1 DEFINIZIONI

              Nel presente Codice si intende per:
              AlteraLex Avvocati Associati – Associazione tra Professionisti, ossia i collaboratori che prestano a qualsivoglia titolo la loro opera all’interno della struttura.

              Codice Etico: enunciazione di principi etici e valori di AlteraLex e conseguenti criteri di condotta al cui rispetto sono tenuti i Destinatari di seguito individuati.

              Collaboratori: tutte le persone che collaborano con AlteraLex Avvocati Associati, ossia i professionisti, i dipendenti, i praticanti e coloro che con attestato di compiuta pratica sono in attesa di svolgere l’esame di Stato per conseguire l’abilitazione.

              Destinatari: i collaboratori, i consulenti, i fornitori, partner e qualsiasi altro soggetto che possa agire in nome e per conto di AlteraLex Avvocati Associati, in quanto tenuti all’osservanza del presente Codice Etico.

              Comitato Direttivo: organo amministrativo e decisionale di AlteraLex Avvocati Associati.

              ART. 2 PRINCIPI GENERALI

              1. Il Codice etico afferma principi e valori che ispirano i comportamenti etici dell’attività professionale dei Collaboratori e in generale dei Destinatari.
              2. Il presente Codice è un insieme di principi e regole la cui osservanza da parte dei Destinatari è un obbligo di fondamentale importanza per la professionalità, la qualità, l’affidabilità e la reputazione di ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI.
              3. Il presente Codice trova fondamento e riferimento nelle norme e principi del Codice Deontologico degli Avvocati, del Codice della Privacy, della Legge professionale forense.
              4. Le disposizioni del Codice etico integrano le regole di comportamento e deontologiche che i Destinatari sono tenuti ad osservare, le normative vigenti, i contratti di lavoro, le procedure interne, nonché i codici di comportamento cui ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI dovesse aderire o internamente emanare.
              5. Sono vietati i comportamenti che, pur essendo attuati nel rispetto formale delle disposizioni del presente Codice, risulti- no in violazione della sostanza e comunque conducano a risultati incompatibili con le disposizioni del presente Codice.
              6. Tutti i Destinatari del Codice Etico devono conoscere, osservare e conformarsi alle disposizioni in esso contenute, con correttezza e trasparenza dei comportamenti che devono es- sere improntati alla cooperazione e reciproca collaborazione.
              7. In nessun caso il perseguimento dell’interesse di ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI o il con- seguimento di un vantaggio per il medesimo potrà giustifica- re l’adozione di un comportamento illecito o illegittimo o comunque in contrasto con i principi contenuti nel presente Codice.
              8. Nel caso in cui anche una sola delle disposizioni del Codice etico dovesse entrare in conflitto con disposizioni previste nelle procedure o nei regolamenti interni, il Codice etico prevarrà su qualunque disposizione.

              ART. 3 MISSIONE

              1. ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI offre competenza e professionalità a servizio delle esigenze del cliente, mediante risposte risolutive ai problemi contingenti e attraverso analisi, consulenza e prospettive per le esigenze future.
              2. ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI ha una organizzazione strutturata in diverse aree suddivise per materie e competenze, in costante aggiornamento, nella proficua prospettiva della sinergia del lavoro di gruppo per una consulenza globale che risponda adeguatamente alle richieste.
              3. ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI intende promuovere e comunicare all’esterno i valori guida che contraddistinguono le metodologie di lavoro e per tale motivo il Codice Etico è pubblicato on line sul sito www.alteralex.com ed esposto in cartaceo nello Studio.

              ART. 4 VALORI FONDAMENTALI E DEONTOLOGIA PROFESSIONALE

              I valori fondamentali cui si ispira e conforma la professionalità e l’attività di ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI sono:

              1. PROFESSIONALITA’ E COMPETENZA

              I Collaboratori hanno l’obbligo dell’aggiornamento e della formazione professionale continua, con l’obiettivo di fornire un contributo professionale adeguato rispetto all’incarico conferito e nell’area di competenza. Conseguentemente sono tenuti a non accettare incari- chi che sappiano di non poter svolgere con la necessaria competenza o per i quali non siano in grado di assicurare una consulenza e assistenza completa e adeguata.

              Secondo tale prospettiva, ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI promuove la crescita e la preparazione professionale dei Collaboratori, mediante la partecipazione a cor- si, convegni, pubblicazioni ed aggiornamenti sulle novità normative che riguardano le singole aree di specialistica competenza.

              1. SEGRETEZZA E RISERVATEZZA

              I Destinatari sono tenuti a rispettare l’obbligo del segreto professionale e assicurare la massima riservatezza in relazione alle notizie e al- le informazioni apprese dai propri clienti e dai portatori d’interesse con cui entrano in contatto, nell’osservanza delle norme giuridiche vigenti e di quelle espressamente previste per il trattamento dei dati personali.

              L’impegno di ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI è volto a creare le condizioni affinché la riservatezza sia mantenuta da tutti i Destinatari.

              1. CORRETTEZZA E LEALTA’

              I Collaboratori devono ispirare la loro attività professionale al pieno e sostanziale rispetto del principio di correttezza e lealtà nei con- fronti degli altri Collaboratori, del cliente e dei terzi.

              1. QUALITA’

              ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI indirizza la propria attività ai più elevati standard di qualità al fine della soddisfazione del cliente. L’obiettivo principale che i Collaboratori devono perseguire è creare relazioni di qualità con i clienti. Sotto tale profilo la qualità relazionale, nelle attività di assistenza e consulenza, significa adottare comportamenti ad alta affidabilità, disponibilità, preparazione e trasparenza, uniti all’utilizzo di capacità di comprensione e interazione.

              1. DEONTOLOGIA

              Il Codice etico è integrato dal Codice deontologico della professione forense, è basato inoltre anche su norme non giuridiche, ed è rivolto alla sensibilità morale e professionale delle singole persone. Tutti i partecipanti all’organizzazione e al funzionamento di ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI hanno la responsabilità morale della diffusione e dell’applicazione dei valori espressi dal Codice etico, con riferimento alle funzioni loro attribuite.

              1. OBIETTIVITÀ PROFESSIONALE

              I Collaboratori agiscono nel rispetto dei fatti accertati con l’opera professionale, rifiutano atteggiamenti di parte o settari, condiziona- menti e influenze che possano alterare i fatti per interessi esterni.

              L’obiettività implica che i Collaboratori facciano conoscere al destinatario delle prestazioni professionali i vantaggi e gli svantaggi delle soluzioni tecniche prospettate.

              1. RISPETTO DELLA PERSONA

              ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI tutela l’integrità morale dei propri Dipendenti e Collaboratori, garantendo il diritto a condizioni di lavoro rispettose della dignità della persona e del contratto di lavoro o di collaborazione.

              ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI previene e contrasta atti di violenza psicologica oppure atteggiamenti o comportamenti discriminatori o lesivi della persona, delle sue convinzioni o condizioni, mobbing, vessazione e ogni forma di discriminazione per motivi legati al sesso, alle preferenze sessuali, alla razza, allo stato di salute, alla nazionalità, alle opinioni politiche e sindacali, alle credenze religiose.

              ART. 5 CONFLITTO DI INTERESSE

              1. I Destinatari perseguono, nello svolgimento della collabora- zione, gli obiettivi e gli interessi generali di ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI.
              2. I Destinatari devono informare senza ritardo, tenuto conto delle circostanze, delle situazioni o attività nelle quali potrebbero essere titolari di interessi in conflitto con quelli di ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI (o qualora di tali interessi siano titolari prossimi congiunti), ed in ogni altro caso in cui ricorrano rilevanti ragioni di convenienza.
              3. I Destinatari rispettano le decisioni che in proposito sono as- sunte dal Comitato Direttivo.

              ART. 6 PRINCIPI ETICI DI COMPORTAMENTO NELLE RELAZIONI INTERNE

              I Collaboratori sono tenuti nei rapporti interni a ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI ad interagire lealmente, secondo buona fede e con la massima trasparenza, agevolando la diffusione di tutti gli elementi che possano favorire o ostacolare l’esercizio della professione e dei suoi sviluppi futuri.

              Costituiscono manifestazioni di rispetto e correttezza ad esempio l’attenzione al collega e l’osservanza delle regole del rispetto, del sa- luto, della cordialità, l’astensione da iniziative che contribuiscano ad attirare il cliente assistito da altri nella propria esclusiva sfera, il riconoscimento e la valorizzazione delle qualità e dei talenti degli altri Collaboratori, il non nuocere ad altri per i propri interessi e vantaggi. Sono da evitare comportamenti caratterizzati da interesse persona- le, acredine e conflittualità che violino o possano far ritenere violate le norme del Codice deontologico o del presente Codice Etico.

              ART. 7 PRINCIPI ETICI DI COMPORTAMENTO NELLE RELAZIONI ESTERNE

              1. I Collaboratori, nell’esercizio della loro attività, devono rispettare tutti i valori fondamentali del presente Codice. Sono tenuti, altresì, ad usare la massima chiarezza nei rapporti con il cliente, ovvero ad illustrare con semplicità gli elementi essenziali e gli eventuali rischi connessi alla pratica che viene loro affidata.
                Il rapporto con il cliente è fondato essenzialmente sulla fiducia e, pertanto, i destinatari del codice devono adottare comportamenti professionali che dimostrino serietà, disponibilità, professionalità e rispetto nei confronti del cliente stesso.
              2. Nei rapporti con i Magistrati, i procuratori delle altre parti e i terzi i Collaboratori devono comportarsi rispettando le pubbliche funzioni e il decoro della professione, senza assumere atteggiamenti in contrasto con la propria dignità professionale.
              3. Nei rapporti con la stampa e con gli altri mezzi d’informazione, in particolar modo in occasione di interventi professionali di grande rilevanza, i Collaboratori devono usare cautela in relazione soprattutto all’obbligo di riservatezza nei confronti del cliente.
              4. ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI gestisce il processo di acquisto di beni e servizi secondo criteri di affidabilità, economicità e qualità del fornitore, e considera il rapporto con i fornitori il punto di partenza delle attività di miglioramento dei processi e dei servizi. In tale ottica i rapporti con i fornitori richiedono azioni coerenti con il Codice Etico.

              ART. 8 TUTELA DELLA PRIVACY

              1. ALTERALEX AVVOCATI ASSOCIATI garantisce il rispetto delle disposizioni normative vigenti in materia di privacy e si impegna a tutelare la riservatezza di tutte le informazioni di qualsivoglia natura od oggetto di cui entri in possesso nello svolgimento della propria attività, evitando ogni uso improprio o indebita diffusione.
              2. Ciascun Destinatario è obbligato ad assicurare la massima riservatezza delle informazioni dei Clienti di cui viene a conoscenza.
              3. È vietata qualsiasi indagine sulle idee, le preferenze, i gusti personali e, in generale, la vita privata dei Collaboratori, Destinatari e clienti.

              ART. 9 PROBIVIRI

              1. I Probiviri vigilano sull’osservanza delle norme e dei principi del presente Codice Etico da parte dei Destinatari.
              2. I Probiviri sono nominati dal Comitato Direttivo nel numero di due, di cui almeno uno non componente del Comitato Direttivo. L’incarico ha durata annuale.

              ART. 10 ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI E APPLICAZIONE DELLE SANZIONI

              1. Eventuali violazioni del Codice Etico dovranno essere segna- late in forma scritta, anche anonima, da chiunque ne abbia conoscenza, ai Probiviri e, per conoscenza, al Comitato Direttivo.
              2. L’accertamento e la valutazione delle violazioni dei doveri previsti nel Codice Etico spettano ai Probiviri. Nel caso in cui la violazione sia contestata ad uno dei Probiviri, l’accertamento e la valutazione sono rimessi al Comitato Direttivo.
              3. I Destinatari che pongono in essere condotte in violazione del Codice Etico ricevono una sanzione proporzionata, efficace e dissuasiva.
              4. L’applicazione delle sanzioni spetta al Comitato Direttivo die- tro segnalazione e proposta dei Probiviri.
              5. L’applicazione delle sanzioni nei confronti dei Dipendenti av- viene nel rispetto delle disposizioni di legge e delle previsioni contenute negli accordi anche individuali e nei contratti collettivi di lavoro, in particolare con riferimento agli artt. 7 e segg. della Legge 20 maggio 1970, n. 300 e delle disposizioni con- tenute nei C.C.N.L. applicabili.
              6. L’applicazione delle sanzioni nei confronti dei Collaboratori e degli altri Destinatari è decisa dal Comitato Direttivo in base ad un principio di proporzionalità.